Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 13 ottobre 2009

 
Torna Il Paniere, puntuale ogni terzo sabato del mese, e torna anche la Bio Colazione presso il Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5 a Casale Monferrato preparata con prodotti biologici offerti dai produttori locali del mercatino.
Questa volta tocca al Brasile, e nonostante la distanza oceanica che separa il paese dall’Italia, stupisce sapere che la colazione brasiliana è simile a quella nostrana: Caffè, latte, pane, burro, marmellate…
 
Sabato avremmo quindi qualcosa di semplice, ma arricchito da un dolce tipico e delizioso, preparato spesso dalle nonne e servito appunto a colazione: il Bolo de Fubà. (Fubá é la farina di mais, quella gialla, detta bramata).
 
La colazione sarà preparata e servita da Lana, volontaria Carioca del Piccolo Spazio Interculturale. Lana, ha vissuto per diversi mesi in Spagna e ora desidera fermarsi un po’ di tempo in Italia, da cui le sue origini provengono.
Si interessa di Permacultura, educazione ambientale, biocostruzioni e giardinaggio.
 
Per provare la colazione è necessario recarsi presso il Piccolo Spazio Interculturale, sabato 17 ottobre, dalle 9 alle 14 ed è richiesta un’offerta di 3,50 euro.
 
Vediamo ora qualche informazione sul Brasile:
con circa 190 milioni di abitanti, il Brasile è il paese più popoloso dell’America Latina ed il quinto Paese più popoloso del mondo. Grazie all’eccezionale estensione del suo territorio, la densità del Brasile si rivela decisamente bassa: solo 21 ab./km². La popolazione, tuttavia, risulta distribuita in modo fortemente squilibrato. La densità è più alta nel litorale e nell’entroterra del centro-sud, ed è più bassa nel nord-ovest.
La maggioranza della popolazione brasiliana si considera di colore bianco (49,7%). Il 42,6% si considera di colore marrone (mulatti, meticci, etc) e il 6,9% di colore nero. Il 0,5% della popolazione è di origine asiatica e 0,3% sono indios. Anche le etnie si trovano più o meno squilibrate sul territorio. Tuttavia, in tutto il Paese la popolazione ha un certo grado di ascendenza europea, africana e di índios.
 
Il 15% della popolazione brasiliana è di origine italiana, circa 25 milioni di persone. È la più numerosa popolazione di oriundi italiani nel mondo.
 
I primi immigrati italiani arrivarono in Brasile nel 1875. Erano contadini veneti attirati dal lavoro come piccoli coltivatori nel sud del paese. Il picco massimo dell’immigrazione italiana in Brasile si ebbe tra il 1880 e il 1920. La maggior parte degli italiani trovarono lavoro nelle piantagioni di caffè brasiliane negli stati di San Paolo, Rio Grande do Sul, Santa Catarina, Paraná, Minas Gerais e Espírito Santo.

Più di un milione e mezzo di italiani emigrarono in Brasile fra il 1880 e il 1950. Più della metà proveniva dal nord-Italia, con 30% dal Veneto. Il resto era originario di Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, del sud-Italia e dell’Italia centrale (Campania, Calabria, Basilicata, Abruzzo, Toscana).

Diverse persone importanti della società brasiliana sono di origini italiane. Il Brasile già ha avuto tre Presidenti della Repubblica di origine italiana: Pascoal Ranieri Mazzilli, Emílio Garrastazu Médici ed Itamar Franco.

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: