Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Bambini’ Category

ENGLISH VERSION BELOW

Kids in Action è un progetto interattivo e interculturale curato dal “Team Flaschenpost“. Iniziato nel gennaio 2009 come laboratorio fotografico con i bambini in Ecuador ed evolutosi come una esibizione itinerante dal titolo “My world“. Al momento, include 100 foto scattate da bambini di Polonia, Stati Uniti, Germania ed Ecuador. Kids in Action è anche parte di uno scambio interculturale. Al momento ci sono due scuole in Germania e una in Ecuador che realizzano diverse attività di comunicazione e networking. Passo dopo passo attraverso esperienze pratiche i bambini e gli insegnanti entrano nel campo dell'”Apprendimento Interculturale”, cominciando a sviluppare piccoli progetti loro stessi.

Al Piccolo Spazio Interculturale di Casale Monferrato, da giovedì 29 luglio 2010, al 29 agosto 2010 i bambini di Ecuador e Germania offrono una visione del loro mondo. Il “Team Flaschenpost” ha obiettivo comune di creare connessioni concrete attraverso le diverse culture, in cui il linguaggio non sia una barriera, ma un motivo per sviluppare creatività e osservazione.

Le foto presentate sono state scattate tra marzo e maggio del 2009 dai bambini di Chuchi, città andina in Ecuador. In quei mesi, come si potrà vedere in alcune foto, Chunchi è coperta da una densa nebbia. Solo al mattino è stato possibile vedere le belle vette delle montagne circostanti. I bambini sono stati dotati, per un paio di giorni, di tre macchine fotografiche e incoraggiati di scattare foto dell’ambiente e famiglie, in modo da raccontare delle storie attraverso le immagini della loro vita quotidiana.

Chinci è situata sulle Ande ad un altitudine di 2360 metri sopra il livello del mare. Il nome del paese deriva dal linguaggio Quechua, dei nativi e significa “Tramonto Rosso”.

L’inaugurazione di “My World”, sarà alle ore 19 di giovedì 29, nei locali dell’Associazione Serydarth di Via Caccia 5. Sarà presente Yvonne Keifel, tedesca di Berlino, curatrice della mostra e parte del “Team Flashenpost”, che presenterà il progetto, e i momenti legati alle foto. Sono invitati tutti, in particolar modo gli insegnanti che potrebbero essere interessanti a creare uno scambio interculturale all’interno di questo progetto.   Per informazioni: 349.5250560, serydarth@yahoo.it   

               ENGLISH: (altro…)

Annunci

Read Full Post »

 

ENGLISH VERSION BELOW 

I bambini del Piemonte parlano Cangurese

2010/06/15 – Crea, nel Monferrato.
E’ la seconda giornata del Summer Camp in inglese a Crea, il secondo giorno di un viaggio in Inghilterra, Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa per 24 bambini provenienti da tutto il Piemonte che trascorrono una settimana con i loro insegnanti di inglese sulle belle colline del Monferrato. The English Institute di Casale Monferrato ha preparato una settimana ricca di conoscenza e divertimento per bambini dagli 8 ai 13 anni, sulla basata sull’utilizzo e l’apprendimento della lingua inglese della lingua inglese.

Piacesere (9 anni) e gli altri bambini sono emozionati, perché nelle loro lezioni mattutine di oggi hanno imparato molto su un continente molto lontano che alcuni di loro non hanno mai sentito nominare, e nessuno ci è mai stato: l’Australia. Sono emozionati, perché dopo pranzo incontreranno un australiano vero. Jarrod, da Melbourn che sa anche suonare lo strumento che gli indigeni d’Australia usano per comunicare con la natura, guarire o anche solo per divertimento. Durante la lezioni di inglese mattutina con gli insegnanti Michael e Peter dal Regno Unito, hanno preparato una decina di domande per lo straniero.
Quando Jarrod arriva in classe con il suo Didjeridoo i bambini lo guardano con occhi grandi. Dopo pochi secondi saltano quasi su di lui, impazienti di porre le loro domande

“Che colore ha la sabbia nel deserto dell’Australia?”, “Quanti canguri vivono in Australia?”, “Hai visto un Aborigeno?” E così via. Ascoltano le risposte con grande interesse. Jarrod parla solo inglese, ma sembra che i bambini assorbono ogni singola parola e comprendeno la lingua straniera come se fosse la loro lingua madre. Piacesere vuole sapere se Jarrod ha incontrato un suo zio che vive in Australia. Jarrod gli dice che l’Australia è un paese molto grande e che è molto improbabile che lo conosca. “Parli Cangurese?” Vuole sapere uno dei ragazzi più giovani. “Infatti, lo faccio. Con lo strumento degli aborigeni posso parlare come i canguri e molti altri animali”, risponde Jarrod. Fa un respiro profondo e comincia a suonare il suo Didjeridoo – un lungo tubo di bambù che si suona con un metodo speciale di respirazione (respirazione circolare), e richiere allenamento costante e, soprattutto pazienza. I bambini sono affascinati. E fuori piove, sono seduti in una cappella, trasformata in aula, nelle colline del Monferrato. Ma per due ore questo pomeriggio sono in Australia, ascoltando di animali che conoscono solo per immagini. Provano anche loro a suonare il Didjeridoo, imparare ad utilizzare il boomerang, ad  eseguire la danza degli aborigeni australiani e a parlare il loro Slang.

Alle 17 Jarrod se ne va con un grande sorriso sul suo volto, regalando dei pupazzetti a forma di Koala, dicendo addio ai suoi nuovi piccoli amici italiani.


Jarrod è stato a Casale Monferrato già 3 volte. Per lui, è come una seconda casa. Ama la natura, la gente e la lingua Italiana, e soprattutto il Monferrato. Il suo primo contatto con gli abitanti di Casale Monferrato è avvenuto attraverso l’associazione Serydarth e il Piccolo Spazio Interculturale nel centro della città di Casale, che attira volontari da tutto il mondo che vogliono condividere la loro cultura e conoscere quella locale..
Serydarth ha inviato Jarrod a 24 bambini che saranno da questo momento in poi più curiosi di conoscere culture e popoli diversi e sogneranno i colori della natura e gli animali, in inglese, naturalmente.

 


The children of Piemonte speak Kangarooh (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: