Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘“casale monferrato”’

https://serydarth.files.wordpress.com/2012/06/counseling-individuale-e-gruppi-di-ascolto.jpg

In collaborazione con l’Associazione Passi di Vita, partecipa all’estate del Benessere all’interno del Piccolo Spazio Interculturale dell’Associazione Serydarth.

Colloqui di counseling individuale o attivazione di gruppi di ascolto a prezzi promozionali!!!

Ti trovi in una situazione di nuova e inattesa difficoltà personale, sociale o lavorativa?
Stai affrontando o sai che presto dovrai affrontare un grande cambiamento nella tua vita?
Sei in un momento in cui senti il bisogno di nuove forze, risorse ed energie per far fronte alle tue nuove necessità o alle richieste di chi ti sta accanto?
Ci sono situazioni difficili che ti richiedono ritmi e compiti  impegnativi   che ti sembra di non riuscire a sostenere?
Stai vivendo una fase di evoluzione della vita che ti appare critica e complessa?

Nel counseling trovi un professionista della relazione d’aiuto che ti può ascoltare in maniera efficace, priva di pregiudizi ed  interpretazioni.
Nel counseling puoi ascoltare te stesso, le tue emozioni, le voci interne che ti criticano, e imparare così a conoscerti meglio.
Grazie al counseling puoi lavorare per migliorare la tua autostima e le tue relazioni e, di conseguenza, la tua vita.
Il counseling è utile a relazionarsi con i propri figli, a comunicare  meglio nella coppia, a migliorare le  relazioni professionali, a  integrare efficacemente l’aspetto della relazione umana all’interno della propria professione, a gestire tutte quelle situazioni di disaccordo  che creano disagio.

I colloqui individuali si possono concordare su appuntamento, i gruppi di ascolto saranno attivati quando verrà raggiunto il numero minimo di iscritti.

Per informazioni e appuntamenti telefona al 334.95.88.591, naomis@iol.it

Read Full Post »

https://serydarth.files.wordpress.com/2012/01/a-cena-da-fabio.jpg

Il 27 gennaio, nei locali di via Caccia 5 gestiti dall’Associazione Serydarth a Casale Monferrato, si terrà un evento di importanza e (sottolineato) portata internazionale/provinciale. Il plurinomato chef d’avanguardia Fabio Mestolo, originario di Frassineto Po, nota località monferrina celebre per il culto del peperone, ha scelto appositamente il Piccolo Spazio Interculturale per presentare il suo nuovo e, come di consuetudine, raffinato menù, vegetariano per l’occasione.
Reduce dai gran galà di Londra, Frassineto Po, New York, Bozzole, Parigi, Salabue, Roma, concluderà venerdì il suo “Mestolo in tour” proprio nella ridente e soleggiata cittadina di Casale Monferrato. Delizierà i suoi ospiti con portate sopraffine e artistiche con marcata rivisitazione locale.

Il menù sarà composto da:

Antipasto: FANTASIA CUNTADINNA GRATINAJA AL FUR CON PATATI E ‘L BIETI (fantasia contadina gratinata al forno con patate e biete)
Primo: RISOTT AD FRASSINE’ CON PAVRUN E ZOLA (risotto di Frassineto Po con peperoni e gorgonzola)
Secondo: MOZZARELLA AD VACA AN CARUSS’ ANSIMMA AN LETC AD FIUR DI SICOT (mozzarella di vacca in carrozza su un letto di fiori di zucchino)
Dolce: BANANI GIALDI E CICULATA FUNDIJA. (banane gialle e cioccolata fondente)
Vino della Casa ed acqua
E’ gradito abbigliamento galante come da occasione.

Per partecipare è necessario prenotare al 339.1601054 o a serydarth@yahoo.it. Data la popolarità dello chef, ci sono state già molte prenotazioni prima ancora di conoscere il menù, e restano quindi pochissimi posti disponibili.
Il contributo di sottoscrizione consigliato sarà di 12 euro.

Read Full Post »

https://serydarth.files.wordpress.com/2012/01/colazione-rumena.jpg

Torna, dopo la pausa di dicembre, il consueto appuntamento con le colazioni del Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5 a Casale Monferrato, organizzato dall’Associazione Serydarth con i prodotti del mercatino biologico de “Il Paniere”, che si svolge in contemporanea in Piazza Mazzini.

Per le “Colazioni del Mondo”, tocca questa volta alla Romania, paese che rappresenta più di tutti la popolazione straniera presente in Italia. Nonostante ciò, molti probabilmente non conoscono nulla, o poco, della cultura e delle tradizioni rumene.
E allora, visto che il cibo è il primo ponte tra le culture diverse, perché non cominciare proprio con una colazione?
A prepararla sarà Maria, 27 anni, che da anni vive a Casale, dove si è perfettamente adattata, attiva e inclusa nella vita cittadina. Già nel maggio del 2010, inoltre, aveva preparato una deliziosa cena rumena nei locali del Piccolo Spazio Interculturale.

Con sottofondo di musica rumena, moderna e tradizionale, Maria ci farà assaggiare:
Salata de Vinete şi paine (insalata di melanzane con pane)
Caşcaval, ouă şi roşii (Formaggio tipico rumeno con uovo e pomodoro)
Cornulete (Cornettini tipici rumeni)
Ciai de Menta sau Cafea (Te alla Menta o Caffè alla romena)
Una colazione quindi sostanziosa, sia per cominciare bene la mattina, sia da effettuare in tarda mattinata, come brunch o pranzo.

Per partecipare alla colazione non è necessaria prenotazione e basta presentarsi in via Caccia 5 tra le 9 e le 14 di sabato 21 gennaio 2012.
Ai partecipanti verrà suggerito un contributo di sottoscrizione di 4euro.

Per informazioni: serydarth@yahoo.it 349.5250560

Read Full Post »

Serydarth Association is looking for a medium term volunteer to coordinate the Little Intercultural Space in Casale Monferrato (Italy),
from 1st, March, until 31st, July, 2012.

The Intercultural Space, based in the historic city center in a multicultural street, is a place where different cultures, together with the local, can meet and share. Is also a place for organizing small cultural events, and that give hospitality to travellers for free. Sharing Interculture in the sense of mutual understanding is the main aim of the organization, that work withouth having predetermined projects or expectations about results, focusing instead, on living enjoying any moment as they are.

The volunteer interested should have:

  • Good level of speaking and understanding english;
  • Openness for different cultures and behaviours;
  • Good competence in coodination and management;
  • Attitude of cleanliness and tidiness;
  • Ability to live in a simple way withouthing wasting too many resources;
  • Spontaneous abundance of smiles.
  • There is no age limit, as the organization has contacts with any kind of person.

The work is based on:

  • Welcoming guests;
  • Coordination of volunteers;
  • Support in organization of small events.

There is possibility, for the coordinator, to decide how things should be organized in the Intercultural Space, basing this on his/her desirer and needs, changing also the present structure. The experience will be an important opportunity of growth, for the coordinator also that can have possibility to improve his/her skills and competences, focusing in and/or creating different tasks.
The work is the opposite of hard, and there are always opportunity to enjoy moments and meet different people.

The organization is starting also a new artistic project based on garbage, creating and playing with trash, that take place in a place close to the organization, and the coordinator, if like, can be involved on this too. The organization doesn’t receive almost any institutional financial support, and so use a lot of creativity for having what need withouth use of money.

The coordinator will be provided of food and accomodation and a lot of joyful days.

Please write to serydarth@yahoo.it or call +39.349.5250560 for any informations or for send your interest request with details about you. Unfortunately, we can choose only one person!

You can find more informations about the organization, the place and pictures, on the website http://www.serydarth.wordpress.comand http://www.facebook.com/serydarth

Don’t hesitate! (if you feel)

Read Full Post »

https://serydarth.files.wordpress.com/2011/11/colazione-emiliano-romagnola.jpg
Dopo qualche mese, torna l’appuntamento con le “Colazioni d’Italia“, proposte dall’Associazione Serydarth presso il Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5 a Casale Monferrato, realizzata in contemporanea con il mercatino di prodotti biologici Il Paniere di Piazza Mazzini.
https://serydarth.files.wordpress.com/2011/11/maurizia.jpgCome di consueto verranno riscoperti sapori e ricette della regione scelta, allo scopo di rivivere con l’immaginazione e i sensi, le tradizioni e i costumi che compongono l’immensa diversità italiana.
Questo mese tocca all’Emilia Romagna, e con sottofondo di canzoni e musiche, in dialetto e non, sarà Maurizia, volontaria dell’Associazione, modenese di nascita, a Casale da tanti anni, a proporre una squisita e ricca “Colazione Emiliano-Romagnola” che potrà diventare anche un brunch e che sarà composta da:
  • https://i1.wp.com/www.giallozafferano.it/images/ricette/0/40/castagnacciook_450ingr.jpgPiadina Romagnola (con stracchino o squaquerone e rucola)
  • Castagnaggio dell’Appennino
  • Bensone (dolce tipico emiliano di Modena)
  • Caffè, Te e/o Latte
« La j’è bona in tot i mud, la j’è bona énca scundida: se’ n’avé ancora capì, a scor propri dla pida. »
« È buona in tutti i modi, è buona anche scondita: se non avete ancora capito, parlo proprio della piadina. »
(poesia romagnola)
La piadina romagnola, è un prodotto alimentare composto da una sfoglia di farina di frumento, strutto (o olio di oliva), sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo). Giovanni Pascoli, afferma che è «il pane, anzi il cibo nazionale dei Romagnoli»: in realtà, lo era innanzitutto per i più poveri.
Il castagnaccio invece, è una torta di farina di castagne tipica delle zone appenniniche Emiliane. E’ un piatto “povero” nel vero senso della parola, diffusissimo un tempo nelle zone appenniniche dove le castagne erano alla base dell’alimentazione delle popolazioni contadine. Dopo un periodo di oblio, iniziato nel secondo dopoguerra e dovuto al crescente benessere, è stato riscoperto e oggi è protagonista, nel periodo autunnale, di numerose sagre e feste.
https://i0.wp.com/www.madeinkitchen.tv/blog/wp-content/uploads/2009/11/bensone.jpgIl Bensone infine,  è un dolce di origine modenese, forse il più semplice ed antico di quelle zone.Nel XIII secolo la comunità modenese lo offriva alla corporazione dei fabbri e degli orafi in occasione della festa patronale di questi artigiani. L’etimologia del nome potrebbe derivare dal francese pain de son, ovvero pane di crusca, poiché un tempo, si utilizzava per la preparazione del dolce la farina non setacciata.
La colazione sarà quindi servita dalle 9 alle 14 di sabato 19 novembre, presso il Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5. Per partecipare non è necessaria la prenotazione e sarà suggerito ai partecipanti un contributo di sottoscrizione di 4€.
Per informazioni: 349.5250560, serydarth@yahoo.it
https://i0.wp.com/www.giallozafferano.it/images/ricette/1/105/piadina_450ingr.jpgE qui di sotto, in onore della Piadina, ecco la poesia “La Piada” di Giovanni Pascoli. (altro…)

Read Full Post »

https://serydarth.files.wordpress.com/2011/07/ti-mas-krompir.jpg

https://serydarth.files.wordpress.com/2011/05/kristina.jpgMartedì 19 luglio 2011, alle ore 20, presso il Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5, per il ciclo di “Cene del Mondo“, si potrà degustare una cena Slovena vegetariana, preparata da Kristina Debenjak, volontaria dell’Associazione Serydarth a Casale Monferrato da quattro mesi.

“Ti maš krompir!“, il titolo della cena che significa “Tu hai patata!”. Una frase che appare senza senso in italiano, ma che invece in sloveno è utilizzata per denotare qualcuno che ha fortuna (un po’ forse come in italiano viene usato il fondoschiena)… Ed è un detto che deriva dai tempi del regno Austro-ungarico, quando Maria Teresa comandò di piantare patate come soluzione per la fame. I contadini però pensavano che fossero velenose e allora per prottegere gli orti Maria Teresa ci mise a difesa dei soldati armati. Soldati quindi fortunati, che invece di essere sul campo di battaglia a rischiare la vita, dovevano sorvegliare le patate!

https://i0.wp.com/www.kulinarika.net/slikerecepti/11753.jpgLa cena, con sottofondo di musica slovena sarà così composta:

  • Župa podžgana – Zuppa bruciata con pane grattugiato e uova
  • Ajdova kaša z gobami in kislo smetano – Grano saraceno con funghi e panna acida
  • Redič s fižolom in krompirjem – Radicchio con fagioli e patate
  • Češpljevi cmoki – Gnocchi dolci con prugne e cannella
  • Pane e vino
http://casaleattiva.files.wordpress.com/2011/07/dsc_0475.jpg?w=300Il grano saraceno, molto utilizzato in Slovenia ed è originario della Cina, dove è utilizzato per
produrre pane, e venne poi introdotto nell’europa dell’est, dove viene utilizzato per preparare il porridge o per accompagnare secondi piatti, al posto del riso. A dispetto del nome, questo alimento non ha nulla a che vedere con il
grano e non è un cereali. Appartiene infatti alla famiglia delle poligonacee.
Il grano saraceno è una buona fonte di fibre e di minerali, soprattutto manganese e magnesio. Ha un indice di sazietà abbastanza elevato, caratteristica comune a tutti i cereali in chicchi. È privo di glutine, quindi è adatto per i soggetti celiaci.
Per partecipare alla serata è necessario prenotarsi al 342.1338397 o scrivendo a serydarth@yahoo.it entro e non oltre lunedì 18 luglio. Ai partecipanti verrà suggerito un contributo di sottoscrizione di 12€

Read Full Post »

L’associazione Serydarth festeggia il primo compleanno del Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5 a Casale Monferrato (Alessandria).

In un anno ben 100 volontari e viaggiatori provenienti da tutto il mondo, sono stati ospitati gratuitamente e sono stati realizzati una cinquantina di eventi, in cui i volontari stranieri e locali hanno offerto qualcosa di loro stessi o della loro arte e cultura alla comunità.

Innumerevoli le occasioni di scambio e le relazioni che si sono create, semplicemente incalcolabili gli effetti collaterali positivi di un tale scambio interculturale, sia tra volontari e associazioni/enti sia tra volontari/viaggiatori e cittadini casalesi.

L’Associazione desidera ora incrementare ancor di più questo scambio e dar la possibilità ad altre persone, pubbliche, privati e famiglie, di poter beneficiare dell’apporto degli ospiti del Piccolo Spazio Interculturale.

Per le associazioni, le scuole, gli enti e le aziende ci sarà infatti la possibilità di poter usufruire dei volontari internazionali che possono così interagire con i propri dipendenti, studenti o volontari, attraverso varie modalità offrendo gruppi di conversazione, promozione, fotografia, video, cucina e corsi vari.

A loro volta le aziende e le associazioni possono sostenere l’associazione tramite donazioni economiche (deducibili fiscalmente) o di cibo.

Per i privati invece oltre ai corsi, alla conversazione in lingue e i vari corsi, si potrà avere la possibilità di invitare il volontario internazionale a casa propria, a colazione, pranzo o cena, così da poter essere ospite della famiglia e di conoscere i figli, discutere in lingua inglese o in un’altra lingua, o addirittura accompagnarlo con loro in gita o in visite turistiche.

Il volontario internazionale per chi lo desidera può effettuare eventualmente alcuni lavori in casa o di accompagnamento esterno, dedicati in particolare agli anziani e alle persone sole.

Si spera in questo modo di poter allargare, e condividere ancor di più ciò che alcuni a Casale stanno vivendo da un anno: una crescita e un’allargarsi di visioni e vedute grazie all’apporto interculturale favorito dall’Associazione Serydarth,

Chi è interessato, può compilare il modulo corrispondente allegato o scaricabile all’indirizzo https://serydarth.files.wordpress.com/2010/04/modulo-di-collaborazione-per-associazioni.doc (per associazioni/enti/scuole/aziende) o https://serydarth.files.wordpress.com/2010/04/modulo-di-collaborazione-per-privati.doc  e poi rinviarlo a serydarth@yahoo.it

Read Full Post »

 
Torna l’appuntamento al Piccolo Spazio Interculturale con le Cene dal Mondo. Nel locale di Via Caccia 5 a Casale Monferrato (AL), questa volta tocca al Marocco.
Khalifa, marocchino di Settath, in Italia da 4 anni, vuole offrire alla comunità casalese alcune delizie culinarie vegetariane e un po’ di cultura del suo paese. Grazie alle sue abili doti di chef, farà assaggiare ai partecipanti:
  • Massaman (pane arabo) accompagnato da tè alla menta fresca;
  • Couscous maghrebi  (con verdure fresche di stagione e spezie marocchine);
  • Braiwat (dolce con noci e sorpresa);
  • Acqua e bibite.
Il tutto sarà accompagnato da musica araba, e una presentazione del suo paese, insieme ad oggetti e vestiti tradizionali.
 
A Khalifa piace la moda, l’arte, la gente in generale e la natura. E’ venuto in Italia per conoscere una nuova cultura e arricchire la sua vita con nuove esperienze. E innamoratosi subito del paese che lo ospita, desidera integrarsi e per questo studia la lingua italiana all’Istituto Comprensivo Negri.
E’ contento di vivere a Casale, “città che offre molto per gli stranieri” e ora sta anche frequentando un corso di teatro.
 
Per partecipare alla serata è necessario confermare la propria presenza al 349.5250560, a serydarth@yahoo.it, o al profilo facebook Serydarth Casale entro martedì 13 aprile. I posti sono limitati e sarà richiesto un contributo di sottoscrizione di 12€.

Read Full Post »

Ben  35 ospiti da tutto il mondo dal 21 settembre, 74 in tutto il 2009. 

Il primo autunno del Piccolo Spazio Interculturale di Casale Monferrato si è concluso, insieme al 2009 ed è momento di tirare qualche somma. Tantissimi i volontari e gli ospiti: 35 dal 21 settembre fino alla fine dell’anno, provenienti da Israele, Australia, Brasile, Inghilterra, Perù, Stati Uniti, Francia, Canada, Argentina, Kazakistan, Belgio, Italia, Svezia, Portogallo, Ucraina, Cile

Volontari ed ospiti che, grazie al supporto dell’Associazione Serydarth hanno potuto conoscere la città, non come semplici turisti, ma conoscendone la cultura, partecipando agli eventi organizzati dal Comune di Casale Monferrato e da tante associazioni locali. Intrecciando amicizie e relazioni con molti cittadini casalesi e creando così uno scambio interculturale utile a tutti.Grazie a questa interazione infatti, si apprende la capacità di riconoscere e valutare con maggiore consapevolezza critica la propria specificità nei suoi aspetti di positività e negatività. Ciò significa: essere disponibili a far parte di più culture senza tradire la propria, anzi arricchendola e moltiplicandone – con il contatto e il confronto, con le interferenze e i prestiti – le potenzialità evolutive e creative, avendo chiara consapevolezza dei caratteri storici e dinamici della propria e dell’altrui cultura, degli elementi di ricorrenza e di trasformazione, degli aspetti di complessità, di processualità, di interazione che collegano culture diverse, le distanziano e le differenziano ma anche le unificano e le integrano. I volontari internazionali, insieme ai volontari locali, nell’autunno scorso hanno organizzato ben 19 eventi interculturali: Laboratorio sulla programmazione di obiettivi, Workshop sul Consumo Critico, Laboratorio sulla creazione di Acchiappasogni e Mandala, Introduzione all’Eco-Medicina Tupi Guaranì, Introduzione al Qiqong, Introduzione all’EFT (Tecnica di Libertà Emozionale) con associazione “Passi di Vita”, Ripetizioni Gratuite di Fisica e Matematica, Gruppo di Conversazione in Lingua Inglese, Massaggi indiani alla Testa, Trattamenti Reiki e del viso, Serata musicale e concerto di Tony di Savino presso “Circolo Pantagruel”, Festa di “Rocky Horror Halloween Show”, Serata di Danza libera e Serata di Danze di cerchio del Mondo con associazione “Pantagruel”, Degustazione Spagnola, LatinoAmericana , Biocolazione Brasiliana, Tedesca e Cilena con “Il Paniere”,  

Per i primi mesi del 2010 si prevede già la ripresa del Gruppo di Conversazione in inglese “The English Hour”, dal 12 gennaio, ogni martedì dalle 18, con la nuova volontaria, Alexandra De Natale dalla California, che offre anche lezioni private di inglese e con lezioni di  lingua svedese con Vincent Cordiani. 

Per informazioni, e aggiornamenti è possibile visitare il sito www.serydarth.wordpress.com o su facebook Serydarth Casale, o scrivendo a serydarth@yahoo.it, o chiamando il 320.6412254 

I primi mesi del progetto sono stati realizzati con il contributo della Provincia di Alessandria, Settore Politiche Sociali e Cultura e dal Comune di Casale Monferrato, settore Politiche Giovanili e con l’aiuto di tante persone e associazioni locali che si ringraziano.  

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: