Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘mercatino di prodotti’

https://serydarth.files.wordpress.com/2011/11/colazione-emiliano-romagnola.jpg
Dopo qualche mese, torna l’appuntamento con le “Colazioni d’Italia“, proposte dall’Associazione Serydarth presso il Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5 a Casale Monferrato, realizzata in contemporanea con il mercatino di prodotti biologici Il Paniere di Piazza Mazzini.
https://serydarth.files.wordpress.com/2011/11/maurizia.jpgCome di consueto verranno riscoperti sapori e ricette della regione scelta, allo scopo di rivivere con l’immaginazione e i sensi, le tradizioni e i costumi che compongono l’immensa diversità italiana.
Questo mese tocca all’Emilia Romagna, e con sottofondo di canzoni e musiche, in dialetto e non, sarà Maurizia, volontaria dell’Associazione, modenese di nascita, a Casale da tanti anni, a proporre una squisita e ricca “Colazione Emiliano-Romagnola” che potrà diventare anche un brunch e che sarà composta da:
  • https://i1.wp.com/www.giallozafferano.it/images/ricette/0/40/castagnacciook_450ingr.jpgPiadina Romagnola (con stracchino o squaquerone e rucola)
  • Castagnaggio dell’Appennino
  • Bensone (dolce tipico emiliano di Modena)
  • Caffè, Te e/o Latte
« La j’è bona in tot i mud, la j’è bona énca scundida: se’ n’avé ancora capì, a scor propri dla pida. »
« È buona in tutti i modi, è buona anche scondita: se non avete ancora capito, parlo proprio della piadina. »
(poesia romagnola)
La piadina romagnola, è un prodotto alimentare composto da una sfoglia di farina di frumento, strutto (o olio di oliva), sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo). Giovanni Pascoli, afferma che è «il pane, anzi il cibo nazionale dei Romagnoli»: in realtà, lo era innanzitutto per i più poveri.
Il castagnaccio invece, è una torta di farina di castagne tipica delle zone appenniniche Emiliane. E’ un piatto “povero” nel vero senso della parola, diffusissimo un tempo nelle zone appenniniche dove le castagne erano alla base dell’alimentazione delle popolazioni contadine. Dopo un periodo di oblio, iniziato nel secondo dopoguerra e dovuto al crescente benessere, è stato riscoperto e oggi è protagonista, nel periodo autunnale, di numerose sagre e feste.
https://i1.wp.com/www.madeinkitchen.tv/blog/wp-content/uploads/2009/11/bensone.jpgIl Bensone infine,  è un dolce di origine modenese, forse il più semplice ed antico di quelle zone.Nel XIII secolo la comunità modenese lo offriva alla corporazione dei fabbri e degli orafi in occasione della festa patronale di questi artigiani. L’etimologia del nome potrebbe derivare dal francese pain de son, ovvero pane di crusca, poiché un tempo, si utilizzava per la preparazione del dolce la farina non setacciata.
La colazione sarà quindi servita dalle 9 alle 14 di sabato 19 novembre, presso il Piccolo Spazio Interculturale di via Caccia 5. Per partecipare non è necessaria la prenotazione e sarà suggerito ai partecipanti un contributo di sottoscrizione di 4€.
Per informazioni: 349.5250560, serydarth@yahoo.it
https://i0.wp.com/www.giallozafferano.it/images/ricette/1/105/piadina_450ingr.jpgE qui di sotto, in onore della Piadina, ecco la poesia “La Piada” di Giovanni Pascoli. (altro…)
Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: